Riccardo: adottiamo un albero, per curarlo e farlo crescere

Aggrappiamoci al pensiero del recanatese e fermiamoci sull’uscio in attesa che passi la tempesta.

Se la terra in queste settimane concede qualche tregua alle braccia non vi è tregua, invece, nelle attività di studio e di programmazione.

La vendemmia 2020 non è stata avara di soddisfazioni e appagamenti, la qualità è ottima e sarà un’annata superiore alla media, leggermente al di sotto delle aspettative per la quantità e che in questa stagione desta minori rammarichi visto il calo di vendite dovute al nubifragio che si è abbattuto sulla ristorazione e sul turismo causa Covid.

Maria Grimolizzi e tutto lo staff non hanno perso tempo a recriminare ed imprecare ma si sono preoccupati di trovare ulteriori iniziative che promuovano e rafforzino il brand Cantina il Passo.

Riccardo Grimolizzi

L’Azienda Agricola Grimolizzi non è solo vigna, circa cinque ettari di vigneto esclusivamente Aglianico del Vulture, ma comprende anche tre ettari di oliveto e 45 ettari destinati a grano e cereali.

Il figlio Riccardo sin dalla tenera età a furia di giocare e scorrazzare per i campi si è talmente invaghito dei profumi, degli aromi e del paesaggio agreste che appena mamma Maria e papà Raffaele si trasferivano dal Vomero alle tenute di Barile era il primo ad entrare in macchina.

Abbastanza curiosa la provenienza dell’uliveto.

Una mattina girava nei campi con il nonno Vincenzo e attraversando un appezzamento di maestosi alberi di olivi disse al nonno che quelle erano le piante più belle del mondo e gli chiese con tanta innocenza di comprarle.

Vincenzo Grimolizzi giammai si sarebbe aspettato una richiesta del genere da un frugoletto, in cuor suo gioì e pensò che sarebbe stato deplorevole non accontentarlo.

Difatti si attivò in tutte le maniere e dopo aver concordato l’importo e le modalità e fissato con lo studio notarile con un gran sorriso e un forte abbraccio trasmise a Riccardo la gioia comune.

Se oggi Riccardo Grimolizzi ha ben radicato la sua passione per la terra una parte del merito appartiene a nonno Vincenzo.

E così per trasmettere ad amici e conoscenti tale passione ha pensato di piantare degli alberi da adottare per quanti amano la natura, la campagna e la vita all’aria aperta.

Ad ogni albero un nome, un cognome ed un’etichetta, e saranno costoro ad averne cura e premura per la loro crescita e la loro conservazione.

L’idea è stata lanciata ed i primi riscontri positivi sono già pervenuti.

La premiata fabbrica delle idee Grimolizzi è sempre aperta ed in cammino.

bbg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...